l'isola trovata

Raccontare L'Isola Trovata è tutt'altro che semplice. L'unica definizione capace di sintetizzarne l'esistenza è quella di una casa editrice che "andava facendosi". Cominciò come società di persone che si conoscevano da appena qualche mese, alcuni soci uscirono, altri entrarono, a un certo punto Bernardi rimase da solo e poi arrivò Sergio Bonelli prima con la proposta di diventare lui socio, e poi con quella di portare tutto a Milano. A Milano ci andò, ma quello che poteva diventare un fenomenale trampolino di lancio finì con il rilevarsi un'esperienza che lo travolse. Le cose fatte - i libri, la rivista Orient Express, le operazioni extra editoriali con Panebarco e Cavezzali - comunque rimangono.

La quotidianità de L'Isola Trovata è stata vissuta, fra gli altri e in tempi diversi, anche da: Stefano Federici (socio e primo art director), Renato Queirolo (secondo art director), Maria Baitelli, Giorgio Beltramo, Elisabetta Bioletto, Sergio Bonelli, Mauro Boselli, Decio Canzio, Lelella Castellini, Giorgio Cordone, Cristina D'Antonio, Dano Turrini, Ilde Turrini e Anna Ventura, oltre a tutti gli autori e i collaboratori più o meno saltuari. Gli autori li trovate in catalogo, fra i collaboratori ricordiamo almeno: Graziano Frediani, Diego Gabutti, Renato Genovese, Laura Messora e Renata Tuis.
libri periodici
editoria
Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, utili al funzionamento delle pagine web. Se vuoi saperne di più o negare il consenso ai cookies, consulta la nostra Informativa. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su "chiudi" acconsenti all'uso dei cookie.