vox

Da: Vox, catalogo 2000

Vox è una collana multiforme, un laboratorio di narrative. Nei suoi libri trovano spazio il racconto sociale, la storia generazionale, la riflessione autobiografica, il noir, l'avventura, la speculazione scientifica. Comunque testi importanti, come provano i riconoscimenti ottenuti in poco più di un anno di vita.
Unica discriminante, la maturità della scrittura. Ma anche qui senza seguire discipline prestabilite. Ogni storia pretende di essere raccontata con il proprio stile, gli autori di Vox hanno origine e formazione diverse. Li accomuna la generosità di scritture consapevoli.
Divisa attualmente in tre sezioni, la collana Vox è uno specchio dalle tante sfaccettature, ognuna rimanda all'altra e tutte insieme riflettono la frenesia del raccontare moderno, con l'immediatezza – e la sregolatezza – del sistema di attitudini e di valori proprio del nostro presente postfordista. Una frenesia e una modernità che si rispecchiano anche nella grafica di copertina, modulare e affidata all'illustrazione di giovani fumettisti.
Attenzione però, Vox non è una palestra per dilettanti allo sbaraglio. Vox crede nella scrittura e negli scrittori. Gli scrittori pubblicati da Vox, esosrdienti o all'opera seconda, sono un patrimonio di idee e di stili che Vox consegna alla letteratura italiana.
Vox pubblica testi per così dire generalisti, VoxNoir è dedicata al romanzo criminale, VoxSfx al fantastico e alla fantascienza. I confini sono larghi e le sezioni hanno più che altro un senso di guida all'acquisto e alla lettura. I curatori di Vox sanno bene, però, che spesso fra la narrativa di genere si annidano i libri migliori, quelli capaci di parlare con maggiore chiarezza del presente: per questo ogni testo è ospitato con pari dignità.

Scritture in presa diretta, ammutinamenti dalla norma, derive e approdi, memoria e mente, degenerazioni e redenzioni. In Vox la narrativa si fa presente, e il presente gode le forme infinite della narrazione.

Il noir, il genere letterario più in auge, senza gli orpelli patinati che l'hanno portato al successo e a una sostanziale perdita di genuinità. VoxNoir racconta il punto di vista degli sconfitti, vittime però che non accettano il loro destino, si ribellano e rimettono tutto in discussione.

Dopo Vox e VoxNoir, VoxSfx, una serie di libri dedicati alla fantascienza, al fantastico, all'estremo in narrazioni aspre e imprudenti che aprono nuovi orizzonti alla narrativa italiana. VoxSfx, il coraggio di immaginare oltre gli schemi, e di raccontarlo. VoxSfx, libri che sfidano la realtà.


Complessivamente, la collana Vox ha pubblicato 22 titoli, compreso il primo di una serie "classic" mai proseguita. Per disponibilità e ulteriori informazioni, vai al sito della casa editrice DeriveApprodi.
Paolo Nelli

La fabbrica di paraurti

1999 Vox
Michele Monina

Questa volta il fuoco

1999 VoxNoir
Paolo Nori

Bassotuba non c'è

1999 Vox
Giampaolo Simi

Direttissimi altrove

1999 VoxNoir
Davide Halilovich

Tema sulla mia vita

1999 Vox
Nicoletta Vallorani

Le sorelle sciacallo

1999 VoxNoir
Emidio Clementi

Il tempo di prima

2000 Vox
Riccardo Pedrini

Libera Baku ora

2000 VoxSfx
Francesco Ficarra – Francesca Rimondi

La domenica non si lavora

2000 VoxNoir
Marco Berisso

Il verbale

2000 Vox
Sabina Morandi

Quasi come voi

2000 VoxSfx
Cinzia Zungolo

Porto della zingara

2000 Vox
Piergiorgio Di Cara

Cammina, stronzo

2000 VoxNoir
Alessandro Di Nocera

La notte dell'immacolata

2000 VoxSfx
Giampaolo Simi

Tutto o nulla

2000 VoxNoir
Nanni Balestrini

La violenza illustrata

2001 VoxClassic
Franco Limardi

L'età dell'acqua

2001 VoxNoir
Viola Chandra

Media chiara e noccioline

2001 Vox
Vittorio Bongiorno

In paradiso

2001 VoxSfx
Eva Zambon

Hangover

2001 Vox
Lello Voce

Cucarachas

2001 Vox
Vanni De Simone

Il respiro dell'orso bianco

2002 Vox
editoria
Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, utili al funzionamento delle pagine web. Se vuoi saperne di più o negare il consenso ai cookies, consulta la nostra Informativa. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su "chiudi" acconsenti all'uso dei cookie.
indietro