La foresta dei coccodrilli

Quando gioca a pallone sceglie il ruolo di portiere per potersi gettare impunemente fra le gambe di Paola e guardarle le mutandine… Quando si apparta in mezzo al campo di grano insieme a due amichette è per inquadrare il misterioso forellino attraverso il quale le femmine fanno la pipì… Quando si innamora per la prima volta, si scontra con un rivale degno del massimo rispetto, Dio… Quando comincia a crescere si tuffa a capofitto in un mondo i cui parametri cambiano alla velocità del pensiero ma fanno lo stesso in tempo a stampare impronte che si chiamano Beatles, Satanik, Angelica, Woodstock, Linus, F.G.C.I., Lotta continua, Pink Floyd…
Teneri, ironici e maliziosi, i tredici racconti di questo libro (preceduti da altrettanti siparietti introduttivi) sono una gioiosa carrellata sull'infanzia e l'adolescenza di una generazione, quella nata nella prima metà degli anni Cinquanta, che non si è fatta mancare niente.

Ho scritto questi racconti per la rivista “Blue” dell'amico Francesco Coniglio, che li pubblicava uno al mese. Alla fine, li ho riordinati secondo la cronologia degli avvenimenti e ho inserito dei brevi testi fra un episodio e l'altro, quasi dei siparietti di collegamento. Dopo la pubblicazione in volume, sono accaduti due avvenimenti altrettanto importanti: la casa editrice è fallita e io non ero soddisfatto della qualità della scrittura. Ho revisionato uno a uno racconti e siparietti per la riedizione sul quotidiano “Il domani di Bologna”. Il racconto che compare nella sezione “Leggi un estratto" è nella nuova versione.

Castelvecchi
Pagine 128
€ 11
 > scheda
recensioni
leggi un estratto
libri
Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, utili al funzionamento delle pagine web. Se vuoi saperne di più o negare il consenso ai cookies, consulta la nostra Informativa. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su "chiudi" acconsenti all'uso dei cookie.